giovedì 23 ottobre 2014

Il Cellulare a Scuola

Già nel mettere vicini i due nomi "cellulare" e "scuola" si nota una certa incompatibilità. Nella realtà scolastica non è solo una semplice incompatibilità, il cellulare al 70% dei casi (se non di più) è la fonte primaria di disattenzione e la causa principale del basso rendimento di uno studente.





Vogliamo essere studenti? Abbiamo scelto di frequentare un istituto secondario superiore? Bene allora che così sia! Se stai leggendo questo articolo, studente o genitore,  leggilo bene ne ricaverai dei consigli. Vorrei incentrare l'attenzione sullo studente di rendimento medio, ma di buone capacità e che proprio a causa del cellulare porta a casa dei voti pessimi. 
Durante una qualsiasi lezione avere un cellulare tra le mani non fa altro che portare gli occhi e soprattutto la mente dello studente sullo schermo dello strumento elettronico. Molti genitori non si capacitano del proprio figlio, non capiscono quale sia il vero problema visto che durante lo studio a casa sembra in effetti essere di buone prestazioni. E' colpa del baccano della classe? E' colpa del Professore? E' colpa dello Stress o del troppo Sport fatto durante la settimana? Certo potrebbe essere una di queste cause il motivo del cattivo rendimento, ma il cellulare è invece un motivo che molti sottovalutano, si sanno bene che porta distrazione ma incoscientemente mettono da parte questa deduzione logica e diretta.

Molti di voi diranno, "e si, ora diamo la colpa al cellulare!?" io rispondo, "SI! diamo la colpa al cellulare!"

Oggi il cellulare non è un mezzo per comunicare solamente a voce ma anche in altri modi che tutti ben sappiamo e conosciamo, e soprattutto è un mini computer tascabile nel senso che i ragazzi durante la lezione ci giocano nel 90% dei casi! Giocano con i normali giochi da cellulare, questi games sono infiniti nel genere e nella quantità, quindi hanno l'imbarazzo della scelta ma soprattutto non hanno nemmeno il tempo sufficiente durante una lezione per terminare la partita o le tante partite.
Se il cellulare fosse utilizzato per fare ricerche su internet di tipo storico, matematico, letterario, fisico o su ogni altra materia scolastica allora ben venga, ma tutto ci si fa meno che applicarlo nel campo della cultura.
Nascondendo il gioco sotto il banco, nell'astuccio e in altri posti impensabili lo studente riesce, o almeno crede di riuscirci, a non far accorgere il Professore di turno della sua distrazione, continua a giocare, gioca, si concentra talmente tanto sino a che prima o poi si capisce benissimo che alla lezione è totalmente indifferente.
Per non essere troppo perfidi i Professori non dovrebbero pressar troppo questo tasto e vendicarsi con un anno di "sevizie" nei confronti dell'alunno, ma la prima cosa da fare è avvertire i genitori tramite la scuola. Anche perché ad un certo punto dell'anno scolastico il cellulare funziona come una droga nel cervello degli alunni, tutti noi ne siamo coinvolti, siamo attirati dal cellulare e da tutte le sue APP, ma siamo anche in grado di allontanarlo nel momento in cui lo riteniamo più opportuno. Mentre i ragazzi, ancora immaturi, ancora incapaci di capire l'importanza dello studio, della cultura, si fanno trasportare facilmente.

Cosa si può fare? direi che non è cosa semplice; per prima cosa se uno studente sta leggendo questo piccolo articolo gli consiglierei di limitare l'uso del cellulare durante la lezione, chiuderlo in borsa e non prenderlo mai se non a fine lezione. All'inizio sarà difficile, soffrirete, ma dopo una settimana o due circa sarete talmente liberi mentalmente che il vostro rendimento e quindi i vostri voti saliranno minimo di un 30%. La distrazione calerà di un buon 70% e molte cose che vi risultavano difficili da capire saranno una passeggiata. Vi consiglio di cominciare sin da subito ad applicare questa soluzione, prima che l'eventuale materia sia difficile poi da recuperare.
Un altro vantaggio è anche far notare al Professore la vostra attenzione e sottolinearla con delle domande durante la lezione, che poi vi verranno spontanee non preoccupatevi, è sempre un'arma in più per capire e schiarire ogni vostro dubbio. Domande utili soprattutto nel momento in cui non capite l'argomento, sempre e solo se necessarie, usando il cellulare non capireste tutta la lezione intera o quasi.

Appello alle Scuole:
Le scuole hanno a mio avviso una colpa tremenda su questa questione, dovrebbero trovare un metodo per limitare questo problema, ce ne sono molti ma servono soldi. Uno, a basso costo, è che se uno studente usa continuamente il cellulare allora tramite la Presidenza della scuola si fa in modo che ogni mattina lo consegni al Vicepreside, magari per un mese, e se serve il genitore lo contatterà tramite la scuola (come si faceva anni fa quando i cellulari non c'erano). Ma la regola deve essere seguita in modo perfetto dall'istituzione.
Secondo, si potrebbero fare degli armadietti elettronici dentro ogni classe, sorvegliati con videocamere a circuito chiuso, in cui ogni studente ripone il cellulare e con una spia esterna a led che si accende solo nel caso in cui lo studente viene chiamato (ovviamente qui l'elettronica deve essere ben fatta e costerebbe molto per la scuola e di questi tempi la vedo difficile).
Un'altra cosa importante è che le chiamate ricevute dagli studenti non dovrebbero essere fatte da parte dei genitori o da chiunque altro durante le ore di lezione se non in casi di estrema necessità. Durante queste ore il genitore deve chiamare la scuola e ci penserà lei a contattare lo studente. Anche qui la scuola deve far capire ai genitori che il servizio è molto efficiente, questo limiterà molto le distrazioni in classe durante tutte le lezioni.

Appello ai Genitori:
Mettetevi insieme, tirate su delle firme e presentatele alla scuola per fare in modo che possa avere da voi il permesso per applicare nuove e giuste regole rispetto al problema "cellulare-scuola"! Soprattutto voi potete farvi sentire e far sentire quanto tenete all'attenzione e rendimento scolastico dei vostri figli. I Professori e la scuola si attengono a regole imprecise, superficiali che non incidono perfettamente il problema anzi a volte lo peggiorano e si appoggiano su principi errati e che forse sono giusti solo al di fuori dell'istituzione stessa. Voi genitori potreste cambiarle da scuola a scuola, e ogni scuola potrebbe applicare delle varianti in merito. Ovviamente la colpa non è solo della scuola ma del ministero dell'istruzione e di fondo chi veramente ha colpa è il nostro governo senza entrare nei particolare altrimenti ci scriviamo un libro...

Concludo dicendo che se volete finire l'anno scolastico nel migliore dei modi, senza fatica, ansie, stress, e senza far disperare i vostri genitori togliete di mezzo questi maledetti cellulari, alla lunga fonte di danno mentale, fonte di distrazione, di svogliatezza, di superficialità, fatelo voi studenti per primi, starete meglio, più svegli in classe e non fatevi viziare, non fatevi trasportare da parte di altri studenti che mostrano atteggiamenti negativi e che non hanno voglia di fare il loro dovere a scuola; soprattutto fatelo per i vostri genitori che devo dire a volte mi fanno veramente tenerezza.

Buono Studio a Tutti!
Alessandro Morgia


Se l'articolo vi è stato utile fate un clic sul banner pubblicitario posto sotto. Grazie!

Nessun commento:

Posta un commento